Sunday, 29 April 2012

Rome's Revolutionary Poets Brigade: Marco Lupo


Marco Lupo nasce in Germania, a Heidelberg. C'è una base della NATO, lì dove nasce, e impara presto la differenza tra le parole "muro" e "prato". Da piccolo volevo fare l'archeologo.
C'era tutta quella polvere, nei musei. Mi piaceva. I custodi, soprattutto. Torna alla terza persona. Scrive racconti inutili per antologie inutili. Pubblica racconti inutili su riviste, fanzine,
carte da pacchi, frigoriferi vintage, finestre troppo piccole. Nel 2001 lavora come operaio in una fabbrica di bottoni. Da allora non ha mai smesso di scrivere. Redattore di TerraNullius, creatore dei Mai Morti, assassino di germogli di soia e amante delle gambe lunghe, sta scrivendo un romanzo su ciò che sa dell'immigrazione. Per il resto, ha i capelli arruffati e un neo sul naso.


C'è il crepaccio spalancato di Lautréamont, quando cresci
e ti svuoti nel bagno, nella camera lucida e calma
ti svuoti di notte, mentre i tuoi dormono affamati di sonno
e tu cresci e insegui storie di uomini che hanno cacciato il
giorno

© photo Miriam Di Domenico

No comments:

Post a Comment